Empoli Meteo

Il nuovo sito meteo degli empolesi e con un occhio sulla nostra bella Toscana


La grande nevicata toscana 31-1 Febbraio 2012 (Empoli e zone limitrofe,è storiaaa)

Condividere
avatar
Fabri93
Admin

Messaggi : 1017
Data d'iscrizione : 04.01.12
Età : 24
Località : Empoli (Fi)

La grande nevicata toscana 31-1 Febbraio 2012 (Empoli e zone limitrofe,è storiaaa)

Messaggio Da Fabri93 il Sab Feb 11, 2012 7:58 pm

Non ho parole per descrivervi quello che è successo,la prossima settimana (se rinevica aspetterò ancora Wink) farò l'analisi totale all'intensa fase gelida che ci sta colpendo.
Ho in mente anche di fare un video da mettere sul tubo con le vostre foto delle vostre zone innevate ovviamente vi citerò,mandatemi le foto via e-mail o inseritele sul forum.
Breve punto sulla situazione che ha permesso quest'intensa nevicata:
Al nord i primi segnali di arrivo del grande gelo hanno già permesso delle intense nevicate sul nord-ovest penisola (Liguria,Piemonte ecc...)
Un nocciolo freddo in quota di origine Atlantica varca le Alpi entrando direttamente dalla porta del Rodano,agganciato dall'arrivo di aria più gelida di origine russa la quale sta già affluendo su tutta la penisola con impetuoso vento gelidi orientali.
Il nocciolo freddo gfs 500 hpa run 06 z del 31 gennaio 2012

Al suolo si viaggia già su valori di - 8 gradi a 850 hpa sulla pianura padana e dai - 2 a - 6 gradi su centro-nord (Toscana),situazione già buona per nevicate sino al piano sin sulla costa grazie anche ad una buona colonna d'aria.
gfs 850 hpa run 06 z

L'entrata di questo nocciolo freddo (- 35 a 500 hpa) nel mediterraneo dopo aver varcato le Alpi provoca la formazione di un minimo in lento movimento verso est sud-est proprio sottovento alle Alpi con entrata di aria fredda dal Rodano principalmente (una rodanata vera e propria) e con continua affluenza di aria gelida da est.
31 Gennaio e 1 Febbraio 2012 (la grande nevicata toscana,torna la storia ma non si ripete e in alcune zone si migliora)
L'entrata del nocciolo gelido nel mediterraneo crea una vasta area di instabilità presente già dal primo mattino grazie anche alla componente atlantica.
Il minimo pressorio si formerà verso sera.
Le prime precipitazioni nevose iniziano verso le 15.30-16.00 del pomeriggio,dal quel momento è un crescere di intensità delle nevicate,per adesso la costa vede pioggia,ma verso sera gira a neve su buona parte delle coste toscane,nelle altre rimarrà pioggia.
Qui sotto la situazione dalle 14 alle 17 pm

Dalla sera il lento avvicinamento del minimo verso est sud-est provoca un'intensificazione delle precipitazioni nevose con maggior coinvolgimento della toscana fino alle coste accompagnate da vento sempre più intense di direzione prevalentamente nord-orientale (aria fredda che affluisce ancora da est).

Reportage fotografico La grande nevicata empolese e zone limitrofe:
Foto canon eos 600 D + obbiettivo 18-55 mm by Fabri93
Ogni 10 minuti giro sul terrazzone per vedere se iniziano le precipitazioni,il cielo si presenta col suo classico colore bianco da neve,l'attesa della neve è qualcosa di straordinario Wink
ore 10.47 am

Esco da scuola un'ora prima,iniziano le precipitazioni nevose ore 16.18 pm e temperatura di + 1.8 gradi

La neve da questo momento inizia a cadere man mano sempre più forte il vento da nord-est al momento è debole ma in serata si intensificherà fino a diventare forte regalandomi una delle più belle nevicate della mia vita,il blizzard.
Inizialmente la difficoltà della neve a attaccare al suolo risiede sia nell'alta temperatura del terreno e sia nella temperatura che scende sotto lo zero solo dopo le 19.30 pm permette l'attecchimento della neve sui tetti e sulla auto,iniziando ad attaccare sul suolo bagnato dopo le 23.00 della notte la neve attacca anche sulle strade,mentre sui tetti c'è ne già parecchia.
Il vento inizia da circa le 19 a tirare in modo moderato con raffiche sui 20-30 km/h.

ore 23.50 Blizzard furioso con fortissimo vento sui 50-60 km/h

Cessazione della fase di neve intensa verso le 4.30 am con neve debole e moderata fino alle 7.30 del mattino seguente.
Dopo una breve dormita di 1-2 ore mi sveglio e ecco cosa mi appare alla vista dalla mia finestra di camera lasciando volutamente aperta la persiana,per la neve si fa tutto (io sarò matto lo sò)
ore 7.18 am,vento ancora furioso con neve debolissima

Ecco la situazione accumuli eolici evidenti,evento forse superiore al 2010 però altezza neve disomogenea.
L'energia elettrica balla e il paesaggio è surreale.

Il mio terrazzone è sommerso

Evento probabilmente superiore al 2010 se non fosse stato per il forte vento che ha falsato gli accumuli,regalando accumulo eolici davvero notevoli
Misurazioni neve:
La prima effetuata nel giardino,ma è difficile fare stime precise,direi una media di 15 cm forse anche 20.

La seconda effetuata sul terrazzone nel punto più alto del cumulo di neve eolico,sembrano simili ma non è lo stesso posto Wink

La situazione dietro casa,il mio giardino quello di casa di mia zia che è accanto
Accumuli eolici impressionanti

La neve è entrata d'appertutto

Questa non è una persiana è una ''Siberiana'' Wink

Alle 10.30 am mi decido di uscire fuori a fare un giro in MTB,il freddo è tremendo e inoltre tira un vento tremendo che alza la neve,simil tempesta di neve (scaccianeve)
La visuale su l'Orme è magnifica,qui siamo al ponte prima dell'entrata presso Pontorme

Entrato da pontorme mi reco verso il Parco di serravalle,quasi impossibile da raggiungere per il forte vento,lo scaccianeve e il tremendo freddo e anche la moderata altezza della neve,mai mi era capitato di trovarla cosi alta,incredibile.
Lo scenario del parlo sferzato dalla scaccianeve simil tempesta di neve artica era qualcosa di unico e surreale,cosa che non mi è mai capitato di vedere in vita mia.
Peccato non avessi potuto fare un video,ma la neve veniva sparata nel viso e quindi era impossibile o quasi farlo fino a quando non mi sarei recato in un posto dove lo scaccianeve non fosse presente.
Entrata Est al parco di serravalle

La Ginestra innevata si nota bene il lavoro del forte vento con accumuli o dune di neve sparse

Il vento magico artista

Lago di neve

Entrata per la galleria del vento Gli accumuli eolici e le dune di neve create dal vento sono impressionanti

La galleria del vento Siamo sul retro del parco presso pontorme

Onde bianche si abbatono sul torrente Incredibile tenete conto che li sotto c'è un torrente anche bello grossetto,lo si nota in fondo alla foto

Bianchi riflessi e onde

La mia compagna di viaggio siamo sempre al parco di serravalle sul retro

Dune di neve La mia MTB per fare un confronto con la duna di neve dietro è alta 70 cm,fate voi i calcoli di quanto potrebbe essere alta la duna dietro,roba mai vista da quando sono nato

Lago di Serravalle

Arno imbiancato visuale Est Sono presso la Tinaia lato empolese dell'Arno

Bianca cartolina

Arno imbiancato visuale Ovest

Orme bianco e congelato Cosa non può fare il vento incredibile maestro

Dune bianche e rotoli di neve Incredibile appena pranzato decidiamo di andare a Salvino (vinci),nella cosidetta strada delle colline che porta a Vinci ecco cosa si presenta ai nostri occhi accumuli di neve presenti anche sulla strada con macchine intraversate,mai vista cosi tanta neve in vita mia,siamo a 200 mt su per giù e il vento è davvero un maestro

Ed ecco le temperature dell'evento nevoso


A presto per altre foto,questo è solo un piccolo report riguardante la nevicata nella mia città e nelle zone limitrofe,poi farò un'analisi ben più dettagliata a questa intensa fase gelida.
Assieme al video come ho detto sopra Wink

Un saluto da Fabri93 Wink

    La data/ora di oggi è Gio Ott 19, 2017 3:39 am