Empoli Meteo

Il nuovo sito meteo degli empolesi e con un occhio sulla nostra bella Toscana


Provo a sfatare il mito: MMW è uguale a Inverno freddo per noi ??

Condividere

Fabri93
Admin

Messaggi : 1022
Data d'iscrizione : 04.01.12
Età : 23
Località : Empoli 27 mt slm (fi) Nella bella Toscana

Provo a sfatare il mito: MMW è uguale a Inverno freddo per noi ??

Messaggio Da Fabri93 il Ven Dic 26, 2014 12:19 am

Il più delle volte i MMW non portano a eventi favorevoli ai nostri lidi,ed è vero,su questo non ci piove,è poi MMW non è uguale e non è garanzia di freddo se non è aiutato da altri fattori,quali sopratutto l'eventuale moto dei lobi divisi del VP (split) oppure l'asse favorevole dello stesso in caso di displacement eventuale.
Si perché di MMW ne esistono due tipi: split e displacement.

Daniele campello (Neo) a riguardo ha scritto:

Il discorso MMW si o no è semplice... la dinamica dei vortici in seguito di uno split favorisce normalmente la distruzione del lobo canadese (weaker Canadian vortex) e la ristrutturazione del VPS rincomincia da quello siberiano (stronger Siberian vortex). Questo è un punto molto importante in quanto una retrogressione del lobo siberiano stile 85 è un evento improbabile, ecco perché se parliamo di effetti diretti un MMW non è una dinamica che ci favorisce, spesso può addirittura risultare “deleteria”.
Discorso simile per un MMW che prevede il displacement, non è un evento a noi favorevole in quanto la parte superiore del VPS viene distrutta e il vortice si riforma intorno ai resti nella medio-bassa stratosfera (a bassa quota il vortice polare rimane relativamente indisturbato durante tutta la dinamica).
Ricapitolando: un MMW solitamente non ci favorisce direttamente, ma indirettamente può risultare interessante in ottica EVE.

Se per “split” del VPS intendiamo solamente la separazione del vortice in due lobi bisogna dire che tale dinamica non è prerogativa del MMW. Se invece per “split” intendiamo il breakdown del vortice con successiva fase caratterizzata da zonalità negativa (90-60N 10hPa), questa effettivamente è una peculiarità di un evento di tipo Maggiore.
Oltre alla struttura barotropica del VPS, con la separazione dei lobi che si verificano quasi contemporaneamente nella varie altezze (almeno 20-40 km), gli eventi di tipo split sono caratterizzati da un rapido aumento delle proporzioni del vortice pochi giorni prima del SSW ( t = da -4 a -2) seguita dalla separazione del vortice in due lobi (t= da -2 a 0 giorni). La divisione è molto rapida è può coprire una distanza di 5000 km in un giorno.

______________________________________________________________________________________________________________________




Vediamo allora se un MMW serve o almeno ci aiuta per aver un'Inverno quantomeno freddo e dinamico su di noi o almeno sull'Europa.
Rifatevi alla cartina degli ultimi Inverni italiani sopra (è di proprietà del buon Dream design di MNW).
Non mi rifarò sempre al famoso '85 ma analizzerò sopratutto i più freddi Inverni italiani a partire dal 1962-1963.

Inverno 1962-1963

Parliamo del più freddo Inverno italiano a partire dal 1951,rifacendoci al grafico del Nam qui sotto direi quasi con certezza (non ho a disposizione le reanalisi dei geop. anomaly del noaa) che quel gelido Inverno non aveva avuto bisogno di un MMW in quanto noto il mancato raggiungimento della soglia di - 3.0 a 10 hpa,però nel Gennaio del 1963 noto che si è risentito di fortissime anomalie positive in troposfera fino a 1000 hpa e più sotto (non ho visto l'AO di allora ma suppongo che abbia raggiunto valori di - 2/3 o anche inferiori),concretizzatesi con un FW piuttosto precoce nel mese di Febbraio.



Inverno 1982-1982

Anche nel caso di questo gelido Inverno secondo solo a quello 62/63 non si ebbe bisogno di un MMW ma solo di una troposfera contraddistinta da forti anomalie positivi,quindi un VPT debole,mettiamoci anche il VP in generale,visto che la stratosfera non lo è stata da meno.
Inoltre nel 1982 ad Aprile si ebbe un notevolissimo ed intenso FW,tanto che la stratosfera di allora non mostra nemmeno un briciolo di anomalie negative,non saprei nemmeno se chiamarlo FW sia la definizione corretta in questo caso.










Inverno 1984-1985

Parliamo del 3° Inverno più freddo dopo l'81/82.
Alla base di questo straordinario e freddissimo Inverno,visto che ormai è rimasto nella memoria di molti come modello di eccellenza,ci fù proprio l'eccezionale MMW dei primi di Gennaio dell'85,con valori che come si nota nel grafico NAM sotto hanno raggiunto e forse superato anche i - 3.0 a 10 hpa.
Quindi in quel caso credo sia stato proprio vitale.








Inverno 2000-2001

Altro Inverno freddo da ricordare sicuramente fu questo,in questo caso noto però solo forti anomalie in troposfera nel novembre 2000 concretizzate in un possibile MMW (dico possibile perché non noto il raggiungimento di valori di - 3.0 a 10 hpa),però a vederlo cosi parrebbe proprio un'ESE,quindi non saprei dirvi con certezza se fu' freddo grazie a quell'evento o no,comunque in ogni caso si nota molto bene come sia strato che troposfera durante quel periodo siano stati piuttosto caratterizzate da anomalie positive,quindi VP disturbato.








Inverno 2005-2006


Uno tra i più freddi di sempre e il primo degli anni 2000 almeno fino ad oggi.
Anche nel caso di quel freddo Inverno ci fu' l'ausilio di un MMW molto forte (con il probabile raggiungimento di - 3.0 a 10 hpa),già però dal Dicembre 2005 si risentiva di fortissime anomalie positive in troposfera,quindi un VPT già molto debole in partenza con freddo già in quel mese.
Il MMW inoltre è stato cosi potente da provocare una compromissione a quanto vedo dalle anomalie del FW successivo,compromettendo anche il quadro isobarico del VP nella partenza dell'Inverno successivo,non a caso il 2006-2007 ne è risultato il più caldo di sempre,addirittura dal 1951.









Inverno 2011-2012


Il più freddo degli ultimi 4 anni,il quale da molto verrà ricordato per l'episodio nevoso a larga scala avvenuto a Febbraio fin verso metà e oltre del mese.
In quel caso direi che ci ha salvati un potente riscaldamento stratosferico,non sarei sicuro di chiamarlo MMW,per dai geop.H anomaly parrebbe di si.
Inoltre sono da notare le pesanti anomalie positive in troposfera (VPT molto disturbato) proprio verso Febbraio.










Inverno 2012-2013

Caso eclatante in cui un MMW non abbia prodotto i giusto effetti (ecco perché sono importanti le due cose che ho detto sopra) è stato proprio quest'Inverno.






In breve serve o no un MMW per avere un'Inverno freddo da noi ??:

Basandosi sulla statistica direi si,inoltre ricordo che un ESE di tipo MMW ci aiuta per avere un Vortice Polare disturbato sia in stratosfera che troposfera,molto importante è il suo periodo di comparsa che non deve spingersi oltre il 15 Dicembre - 15 Gennaio,i tempi giusti per veder i suoi effetti sono quelli.
Tenendo di conto del suo tipo eventuale (split o displacement) e dall'asse del VP in displacement,oppure del moto dei lobi divisi (split) del VP che andranno a prendere.

______________________________________________________________________________________________________________

A riguardo sempre il buon Daniele Campello (Neo) ha detto (parlando di MMW di tipo split e displacement se è o meno favorevole per noi !):

Domani completerò meglio la questione, ciò che per adesso mi interessava evidenziare è che a seguito di un mmw di tipo split esiste una dinamica diretta (più che altro sfavorevole perché il lobo forte è solitamente quello siberiano) e una indiretta (potenzialmente favorevole - ESE).
Chi sostiene che un MMW è "deleterio" ha in gran parte ragione.

Come ho già scritto in altra discussione, solitamente il comportamento del VPS durante un evento maggiore che presuppone quindi la rottura del vortice attraverso la separazione in due lobi, mostra il vortice "siberiano" dominare sulla controparte "canadese". Questo aspetto è stato dimostrato da Matthewman, Esler, Charlton-Perez e Polvani in un lavoro del 2008 intitolato “A New Look at Stratospheric Sudden Warmings. Part III: Polar Vortex Evolution and Vertical Structure”. Il composito da loro studiato ha rilevato le caratteristiche degli eventi maggiori evidenziandone la dinamica. Solitamente il lobo canadese viene distrutto o risulta rilevabile a livelli elevati, mentre attraverso il lobo siberiano il VPS ricomincia la fase post evento.



Questo è uno dei motivi che dovrebbe far riflettere quando con tanta facilità si ipotizza la retrogressione del lobo Siberiano post MMW, non è impossibile (85 docet) ma è un evento raro.
Altro discorso è l’evoluzione indiretta post MMW di tipo split, in questo caso non parliamo più di lobi o quant’altro ma ci rifacciamo ad una dinamica che prevede la propagazione verticale (S-T) degli effetti (compressione) fino a condizionare la troposfera. Ciò richiama lo studio effettuato da Baldwin e Dunkerton su di un campione di eventi stratosferici estremi: al superamento della soglia negativa dell'indice NAM -3 posta a 10 hPa è probabile che nei seguenti 60 giorni l'indice AO assuma valori negativi. Probabilmente è questo il “reset” che molti si attendevano dal MMW, cioè una dinamica TST in grado di ribaltare l’attuale pattern.

Ultimo, poi passo all'analisi. Lo Split di per se non è prerogativa di un MMW, pensiamo per esempio ad una separazione di un lobo secondario del VPS che si registra più spesso nella medio bassa stratosfera (altezza che risente in misura notevole anche delle dinamiche troposferiche). Ciò che invece è prerogativa di un MMW è la rottura del vortice attraverso lo Split con produzione di calore e l’instaurarsi di una fase caratterizzata da zonalità negativa (90-60N 10hPa). In pratica un MMW distrugge il VPS che si riforma dai suoi resti (spesso dal lobo siberiano se parliamo di split, sempre dalla bassa stratosfera in caso di displacement).

Allora qual'è la formula per avere un'Inverno freddo e dinamico in Italia ??

Non c'è una formula precisa,il top è avere un VPT già disturbato in troposfera a partire da O-N-D,se lo si ha anche in solo 1 o 2 dei due ultimi mesi citati va bene lo stesso,basta che a fine Inverno abbiamo prevalso anomalie positive in strato e troposfera.

Ho provato a fare il mio riassuntino,ora resta ai più esperti di me (non mi ritengo) giudicare.



Fabri93


_________________
La vità è come un temporale,la quale si forma e si dissolve subendo continue evoluzioni (Fabri93)
IL nuovo sito meteo dedicato a Empoli (fi) http://empolimeteo.phpbbitalia.com/

    La data/ora di oggi è Mar Gen 24, 2017 11:09 am