Empoli Meteo

Il nuovo sito meteo degli empolesi e con un occhio sulla nostra bella Toscana


Seconda parte invernale (Febbraio e Marzo 2016),come potrebbe essere ??

Condividere
avatar
Fabri93
Admin

Messaggi : 1022
Data d'iscrizione : 04.01.12
Età : 24
Località : Empoli (Fi)

Seconda parte invernale (Febbraio e Marzo 2016),come potrebbe essere ??

Messaggio Da Fabri93 il Ven Gen 22, 2016 10:33 pm

Seconda parte invernale (Febbraio e Marzo 2016),come potrebbe essere ??

Dopo l'ondata di freddo che ha colpito la penisola (dettata dal passato forte warming troposferico) i giorni scorsi con anche neve a bassissima quota su parte del Centro-sud,sopratutto lato Adriatico,ci avviamo verso un periodo più o meno lungo contraddistinto dal ritorno della ZON ALTA.
Anticiclone disposto quindi sui paralleli a disturbo della continua attività depressionaria sull'Est Europa,responsabile del freddo e del gelo in tali nazioni.
Tra il 23 Gennaio e il 5 Febbraio (data finale molto indicativa,da prendere con le pinze) per noi terreni il tutto lo potremo vedere con un clima piuttosto stabile,possibili inversioni termiche,brinate,calduccio sui monti e quando non ci sarà nebbia,caldo anche al piano.
Non dovrebbe essere quindi un dominio di HP,assoluto ma addirittura potrebbero esserci pure qualche blanda perturbazione,sopratutto verso fine mese.

Ecmwf 12z odierno:



AO,NAO (gif):

Il tutto lo vediamo poi ben spiegato dal ritorno in campo positivo dell'AO index e della NAO,ciò sta a significare un nuovo approfondimento del vortice polare.



NAM:

VPS ancora freddo testimoniato dal NAM che ritorna a + 1.5



Nuovo approfondimento del vortice polare con stratosfera fredda,diretta poi alla troposfera,ST.
Aumento venti zonali e breve calo dei flussi.
Anche se il tutto non è pulito pulito,perché gli stessi rimangono ancora ben attivi,vedere mappa fluxes sotto.
_________________________________________________________________________________

Fluxes,Waves,Temperature (gif):

Ora però ciò che importa veramente è il proseguo.
Tenendo assodato o quasi (ancora non si può dire con certezza la fine) questo periodo anticiclonico che ci attende,verso fine mese,inizio Febbraio 2016 è previsto un possente calo dei venti zonali stratosferici,ripresa notevole dei flussi (geop. heat),EPV più convergente al polo,temperature polari in rialzo e maestosa riattivazione della wave 1.



Tutto con nuovo calo di AO e NAO,che vi ho già postato nella gif sopra relativa.

Zonal Temperature,Wind & normalized GPH Anomalies:

Visto gli indici analizzati teleconnettivi analizzati sopra,ho provato a trarne una mia proiezione a colori.







Sono attesi quindi nuovi warming al vortice polare,uno anche molto intenso,lungo,stavolta,tutto il suo piano isobarico e non uno solo.
Da valutare e molto importante sarà l'intensità del warming più forte previsto verso fine mese,inizio Febbraio,(Major W,Minor W,SSW o MMW),durata e sopratutto il tipo che al momento sembrerebbe più displacement che split.
Il Lamma decreta e parla chiaramente attraverso i suoi forecast che lo stesso potrebbe essere molto più che un semplice Minor W:



Tanto che per la prima volta in quest'Inverno salgono le quotazioni del Major W.



Al tipo (split,displacement) del W sono legate strettamente le nostre sorti da terreni italiani.


In breve cosa potremo aspettarci a fine mese,Febbraio e Marzo 2016 parlando di stratosfera e troposfera (Teleconnessioni) ??

VPS (Vortice Polare Stratosferico) che come detto rimane freddo e poco disturbato almeno fino ai primi di Febbraio 2016,raffreddamento che dovrebbe coinvolgere parzialmente anche la troposfera,con NAO e AO in ripresa,relativo clima anticiclonico con ZON ALTA su noi italiani nel medesimo lag temporale.
Il tutto mentre l'azzeramento parziale dei flussi (heat. geop.) non sarà poi cosi evidente (warming in corso),un rinvigorimento del VP non pulito quindi,come quando parti per un viaggio con metà serbatoio (per fare una similitudine Very Happy).
Da fine mese-primi di Febbraio (come detto sopra data indicativa,non definitiva) è previsto un forte calo dei venti zonali,con ripresa maestosa della 1 onda planetaria (wave 1),flussi di calore,potente warming (da valutare il tipo),EPV stavolta più convergente sui 90° N ed incisivo.
Un nuovo disturbo del vortice polare e stavolta non solo in troposfera ma anche in stratosfera (coupling strat. trop. - accoppiamento),quindi molto intenso e forse deleterio.
Ecco perché mi sono sentito di comprendere anche marzo.


E Allora ?? Per noi italiani ciò cosa potrebbe significare riguardo fine mese,Febbraio e Marzo 2016 ??

Le nostre sorti come detto sono legate strettamente all'eventuale tipo del successivo forte warming (riscaldamento) atteso verso i primi di Febbraio.
Se fosse di tipo Displacement: bisognerà vedere quale direzione prenderà,l'eventuale rotazione dell'asse principale del VP.  
Se fosse buona,allora potremo giocarci nuove ondate di gelo continentali dopo aver visto un graduale svuotamento di vorticità sul Nord-Atlantico con blocco azzorriano,stavolta con maggior coinvolgimento delle regioni Tirreniche,in top sempre le Adriatiche. (Febbraio 2012 fu' un esempio estremo)
Se fosse media (Asse VP che si getta in Atlantico,east coast),potremo avere un bel periodo perturbato con qualche ingerenza anticiclonica,clima simil autunnale.
Se fosse cattiva (Asse VP sull'Est Europa) potremo avere un clima freddino,secco ma anticiclonico,tipo quello che ci attende a breve.
Se invece fosse di tipo SPLIT quindi un Major W,SSW,bisognerà vedere quale direzione prenderanno i due lobi divisi dal warming.
Marzo è stato incluso perché il periodo di warming al VP potrebbe portare ripercussioni sulla sua attività,anche nel mese primaverile.

In ogni caso,comunque andrebbe,non si può negare che la situazione prevista sia alquanto interessante,non solo in stratosfera,ma anche troposfera e sinceramente non penso che non cambi qualcosa anche per noi italiani.


Fabri93


_________________
La vità è come un temporale,la quale si forma e si dissolve subendo continue evoluzioni (Fabri93)
IL nuovo sito meteo dedicato a Empoli (fi) http://empolimeteo.phpbbitalia.com/
avatar
Fabri93
Admin

Messaggi : 1022
Data d'iscrizione : 04.01.12
Età : 24
Località : Empoli (Fi)

Re: Seconda parte invernale (Febbraio e Marzo 2016),come potrebbe essere ??

Messaggio Da Fabri93 il Lun Gen 25, 2016 9:31 pm

Rapido aggiornamento:

Nam:

Il Nam al 21 Gennaio 2016 segna + 2.9 che è anche il valore più alto di tutto questo Inverno.



Dopo il picco di + 2.6 avvenuto tra fine Dicembre 2015 e inizio Gennaio 2016.



Tutte e due accorsi durante i picchi positivi degli zonal wind a 1 e 10,30 hpa,proprio nel momento in cui la compressione attuata dal warming ai danni del vp,lo ha portato ad un suo ulteriore approfondimento (dinamiche displacement). (EPV sempre non convergente al polo,disturbi ad una onda planetaria,wave 1)
Lo si vede bene sotto,warming non convergenti che lo hanno potenziato ulteriormente.



Mi ero dimenticato di dire,vista la ripartenza dei flussi e il tracollo dei venti zonali,che lo stesso NAM potrebbe tornare a calare entro breve,quasi un tracollo.

________________________________________________________

Ora però ciò che ci importa a noi è la dinamica del prossimo warming previsto,il quale sembra esser diviso in 2 fasi,non li definirei due warming separati al momento,dovrebbero far parte di un unico disturbo come mostra la mappa dei fluxes sopra della fu-berlin.

Lamma (gif) 10 hpa temperatura e geopotenziali 00,+ 240 h:





Si nota bene il primo warming in corso che trasla dalla Russia orientale in direzione di Alaska,Canada con displacement del VP,mentre un secondo verso i primissimi di Febbraio 2016 che si porta sulla Siberia,molto più esteso.
Wave 1 bella attiva e pompata.
Proprio nel momento di dislocamento del VP attuato dal primo warming,il secondo potrebbe risultare più incisivo e deleterio.

Riguardo la classificazione del disturbo,il Lamma continua a premere sulla possibilità che lo stesso possa risultare un Major Warming:



Tutto con annesso calo Nao e Ao proprio verso i primi di Febbraio 2016 e scand + che ritorna positivo:




In breve:
Primo warming non convergente sui 90° N in corso con dislocamento del vortice polare.
Mentre lo stesso si sarà allungato,rotando l'asse,per arginarlo ne è subito pronto un secondo verso i primissimi di Febbraio,il quale potrebbe avere accesso più diretto verso il polo e troverebbe un VP dislocato e indebolito.
Clima antizonale sull'Italia con forse qualche debole perturbazione verso fine mese,successivamente jet-stream sempre più veloce e sparata,con perturbazioni molto veloci (venti di tempesta),seguite da rapide rimonte anticicloniche fino al 5 Febbraio circa.
L'Asse di rotazione del VP post warming potrebbe risultare piuttosto favorevole e propenso ad ondate di gelo sull'Est Europa con possibile coinvolgimento della nostra penisola anche prolungato (scand +),a partire dal 5 Febbraio circa e in misura maggiore dal 10 in poi.

Quello ritengo che sia il possibile periodo di sblocco della situazione in maniera più definitiva.
Seconda quindicina di Febbraio che potrebbe risultare quindi molto dinamica e fredda.
La buona riuscita di quanto previsto però dipende dalla rotazione del VP,dall'asse.

Mi sono esposto un po troppo,però questo è il mio pensiero,vedremo se sarà confermato o meno,nei prossimi giorni.
E' rischioso farlo (esporsi cosi tanto),lo so,però lo faccio per imparare o almeno provarci,sempre più.
Se non andrà cosi,sarò felice di averci provato e ne farò bagaglio per le mie prossime analisi Smile



Fabri93


_________________
La vità è come un temporale,la quale si forma e si dissolve subendo continue evoluzioni (Fabri93)
IL nuovo sito meteo dedicato a Empoli (fi) http://empolimeteo.phpbbitalia.com/

    La data/ora di oggi è Lun Mar 27, 2017 2:28 pm